Giovedì, 21 Febbraio 2019 13:00

    La difesa invernale delle drupacee da frutto | parte II

    Come accennato in precedenza, per ridurre il periodo improduttivo le piante a vivaio vengono “spinte” per avere una struttura più consistente.

    Marciumi del colletto e altre malattie del legno delle drupacee
    Dopo il trapianto vengono inoltre adottati regimi nutrizionali ed irrigui tali da favorire il primo raccolto già al secondo anno. Tutto ciò porta le piante, con tronchi e branche non ancora ben lignificati, ad esse-re estremamente suscettibili a funghi del legno del genere Phytophtora, Botryosphaeria e simili. Alcune specie, come albicocco e ciliegio, sono caratterizzate dall'avere un legno molto delicato e ricco di lenticelle che nei primi anni di vita possono essere vie d’ingresso per le infezioni. Il rapido accrescimento in diametro delle piante, con le microlesioni che si creano, favorisce questa elevata suscettibilità.È pertanto essenziale una corretta protezione non solo della parte aerea, ma anche del tronco e del colletto, avendo cura di bagnare a fondo questi organi per assicurare la giusta copertura.

    Cocciniglia di S. Josè - (Comstockaspis perniciosa)
    Per quanto riguarda gli insetti, la difesa invernale riguarda prevalentemente la Cocciniglia di S. Josè o aspidioto dei fruttiferi. Sulle piante in assenza di vegetazione, questo parassita si posiziona su tronchi e rami sottoforma di neanidi di prima e talvolta anche di seconda età. Il danno causato è dovuto alla suzione di linfa ed all’emissione di una saliva altamente tossica in grado di danneggiare, necrotizzandoli, i tessuti meristematici del cambio, essenziali per l’accrescimento della pianta. Tutto ciò causa il deperimento degli organi in piante fortemente infestate che possono morire. Sui frutti si osservano le tipiche macchie rossastre che portano al deprezzamento del prodotto.

    Cocciniglia di San Josè

    Bolla del pesco  - (Taphrina deformans)
    È una specifica malattia del pesco. Pur se i tipici danni si vedono solo alla ripresa vegetativa, l’infezione è avvenuta in realtà nel periodo tardo estivo/autunnale precedente, quando il fungo ha infettato brindilli e rametti alla caduta delle foglie. Alla ripresa vegetativa le foglie infette assumono la caratteristica forma bollosa e consistenza carnosa, con colorazioni che vanno dal giallo al rosso intenso, a seconda delle varietà colpite.

    Germoglio di pesco affetto da bolla

    La corretta esecuzione dei trattamenti fitosanitari
    Nella difesa invernale dei fruttiferi è importante utilizzare volumi d’irrorazione massimi per consentire una bagnatura completa ed omogenea delle piante. Si sottolinea la grande importanza che vecchi presìdi come il rame nelle sue diverse composizioni (solfato, poltiglia bordolese, idrossido, ossicloruro) ancora rivestono per i trattamenti invernali di copertura, così come gli olii bianchi minerali.

     

    Autori: Lorenzo Laghezza, Concetta Gentile, Francesco Carenza - Agrimeca Grape and Fruit Consulting srl -Turi (Bari)

     

    Per la prima parte della difesa invernale delle drupacee da frutto: CLICCA QUI.

    Sfoglia l'anteprima

    Top 5 della settimana

    Top 5 del mese

    News Ortofrutta

    • Ortofrutta distrutto da un incendio: spunta la pista della vendetta passionale  ciociariaoggi.it

      Leggi l'articolo
    • Ortofrutta, come smascherare i falsi prodotti stagionali  Il Gazzettino

      Leggi l'articolo
    • Mercato ortofrutta, Confcommercio Terni striglia Comune “Decisioni chiare”  TuttOggi

      Leggi l'articolo

    News Agricoltura

    • Ritorno all'agricoltura, giovani e donne 4.0 - di Teresa Trillò - Reportage  Il Sole 24 ORE

      Leggi l'articolo
    • Agricoltura, un miliardo per i giovani con il Piano di sviluppo rurale rivolto a 60 mila aziende piemontesi  La Stampa

      Leggi l'articolo
    • Un «carrello di veleni» contro il Ttip che uccide l'agricoltura  Il Manifesto

      Leggi l'articolo

    © Fruit Communication Srl.
    Tutti i diritti riservati.

    Iscrizione al Registro della Stampa presso il Tribunale di Bari n° 723/12 del 22/03/12
    Fruit Communication Srl | Sede legale Via Noicàttaro nc - Rutigliano (BA) | Partita IVA 07969090724
    Alcuni contenuti pubblicati possono essere rielaborati da feed rss forniti pubblicamente da altri siti. Alcune foto potrebbero essere prese dal web e ritenute di dominio pubblico. I proprietari contrari alla pubblicazione possono contattare la redazione scrivendo a info@fruitjournal.com e chiederne la rimozione.

    Cerca