Venerdì, 20 Luglio 2018 08:43

    Pesche veronesi, vendite buone ma prezzi bassi

    Vendite buone, ma prezzi ancora bassi, nonostante la limitata produzione di Spagna e Grecia, concorrenti dirette dell'Italia.

    La raccolta delle pesche, che in Veneto sono coltivate per oltre l'85% nel Veronese, sta andando meglio dell'anno scorso. Ma si paga lo scotto degli espianti dei frutteti, concentrato nell'Ovest del territorio scaligero, a Pescantina, Villafranca e Bussolengo. In un anno la superficie si è ridotta da 1.350 a 1.100 ettari, pari a oltre il 18%.

    "Quest'anno ci sta aiutando la scarsa produzione della Spagna, che ha risentito del freddo primaverile e delle forti grandinate che hanno interessato le zone agricole", spiega Andrea Lavagnoli, presidente di Cia Verona. "I nostri frutti, quindi, vengono assorbiti sia dal mercato interno sia dall'export e questo è già una boccata d'ossigeno per il settore. Il buon volume di vendite supplisce in parte ai prezzi non esaltanti, che vanno da 30-40 centesimi per le pezzature più piccole, a 50 per le medie e 80-90 per quelle grosse. Le quotazioni sono in ribasso soprattutto per le pesche gialle, in particolare le Royal Gem, che è la qualità più diffusa nel Veronese". 

    C'è ancora tempo per una sterzata in positivo. La raccolta proseguirà infatti fino al 20 agosto. "Verso fine luglio prevediamo un rallentamento dal punto di vista della quantità e poi toccherà alle pesche tardive". Secondo Coldiretti, che ha dato inizio alla campagna di raccolta promuovendo il consumo di frutti locali, "le pesche quest'anno risultano ottime per qualità e pezzatura", commenta Giovanni Adami, produttore e presidente di sezione Coldiretti di Bussolengo. Confagricoltura richiama invece l'attenzione sui danni provocati dalla cimice asiatica, tornata all'attacco in maniera prepotente sulle colture scaligere con effetti devastanti. "L'insetto ha fatto molti danni sulle ciliegie e ora è passato sulle pesche, causando in alcuni casi perdite importanti di prodotto", spiega Andrea Foroni, presidente dei frutticoltori di Confagricoltura Verona e Veneto. Raccolto che scarseggia anche a causa dei massicci espianti. "In vent'anni, in provincia, gli ettari di pescheti si sono dimezzati, nonostante la scarsità di prodotto i prezzi restano poco soddisfacenti".

     

    Fonte: L'Arena

     

    Sfoglia l'anteprima

    News Ortofrutta

    • Macfrut Innovation Award (Mia) 2019: ecco i big dell'ortofrutta premiati  Fruitbook Magazine19 medaglie fra oro, argento e bronzo premiano a Macfrut 2019 i prodotti e le soluzioni più innovative dell'anno nel settore ortofrutticolo nazionale.

      Leggi l'articolo
    • Morto Schiavelli, presidente produttori ortofrutta Unaproa - Mondo Agricolo  Agenzia ANSA(ANSA) - ROMA - E' morto Antonio Schiavelli (59 anni), produttore calabrese di agrumi e presidente di Unaproa (Unione nazionale tra le organizzazioni di ...

      Leggi l'articolo
    • ATTIVITÀ negozio ortofrutta Cremona  La ProvinciaATTIVITÀ negozio ortofrutta Cremona città, arredato con celle, parcheggio, passaggio pedonale e veicolare, svendo per pensionamento € 6.500,00 poco ...

      Leggi l'articolo

    News Agricoltura

    • Agricoltura, Coldiretti: è morto Antonio Schiavelli, noto produttore di agrumi  CN24TVAntonio Schiavelli, 59 anni, produttore di agrumi e presidente di Unaproa (Unione nazionale tra organizzazioni di produttori ortofrutticoli) è morto a seguito di ...

      Leggi l'articolo
    • Commissario Hogan, da nuova Pac incentivi per l'imboschimento - Ambiente  Agenzia ANSABRUXELLES - Un incentivo agli agricoltori per l'imboschimento e una misura 'alberi per bambini' nel programma frutta e latte nelle scuole della Pac. Sono le ...

      Leggi l'articolo
    • Come cambiano i lavori in agricoltura. Dall'agri manager al grower, dall'apicoltore 4.0 allo startupper che unisce il sociale all'economia circolare  Corriere della SeraL'innovazione tecnologica non cambia solo il lavoro nei campi. Consente anche di ri-utilizzare i materiali di scarto dell'agricoltura per[…]

      Leggi l'articolo

    © Fruit Communication Srl.
    Tutti i diritti riservati.

    Iscrizione al Registro della Stampa presso il Tribunale di Bari n° 723/12 del 22/03/12
    Fruit Communication Srl | Sede legale Via Noicàttaro nc - Rutigliano (BA) | Partita IVA 07969090724
    Alcuni contenuti pubblicati possono essere rielaborati da feed rss forniti pubblicamente da altri siti. Alcune foto potrebbero essere prese dal web e ritenute di dominio pubblico. I proprietari contrari alla pubblicazione possono contattare la redazione scrivendo a info@fruitjournal.com e chiederne la rimozione.

    Cerca