Colture

    Colture - FruitJournal

    L'importanza economica del fico è stata molto maggiore nel passato rispetto alla situazione odierna. Secondo stime Fao, la media della produzione mondiale di fichi nell'ultimo decennio ammonta a circa 1.100.000 t, impegnando una superficie di 410.000 ha, in prevalenza nei Paesi del Mediterraneo.

    Frutto tradizionale delle specie arboree mediterranee, da secoli alla base della dieta di intere nazioni, il fico – fioroni e forniti – per il consumo fresco rappresenta oggi un prodotto che può arricchire e completare il paniere dell’offerta del comparto frutticolo regionale e meridionale.

    In Puglia, la prima realtà agricola a credere nella mandorlicoltura superintensiva è stata l’azienda Di Pietro.

    L’agricoltura, oltre ad essere uno dei settori più competitivi in Europa, rappresenta il principale utilizzatore delle risorse idriche.

    Richiesta di danni per diversi milioni di euro mediante un’azione civile collettiva proposta dai più autorevoli rappresentanti del vivaismo italiano dinanzi al Tribunale di Lecce e curata dallo studio Trevisan&Cuonzo che mette sotto accusa la gestione dell’emergenza da parte della Regione

    L’azienda agricola Tarantini opera in agro di Corato e Ruvo di Puglia (BA) e occupa una superficie di circa 50 ettari.

    Per indicare le esigenze nutrizionali della specie è indispensabile basarsi sulle analisi chimiche del terreno investito dalla coltura ogni 3-5 anni.

    In campo internazionale, il settore della frutta secca sta calamitando da 10 anni a questa parte una notevole attenzione per l’innalzamento dei consumi a livello mondiale.

    Uno studio condotto da ricercatori francesi ha preso in considerazione le caratteristiche della polpa (croccante/fondente/succosa), del sapore (acidulo/sub-acido/dolce) e dell’aromaticità per la classificazione varietale. 

    La peschicoltura italiana sta vivendo oggi un periodo di crisi, legato principalmente a difficoltà di natura strutturale, il cui superamento richiederà tempo e sacrifici. Il consumo di pesche e nettarine in Europa è in diminuzione, nonostante il continuo aumento del consumo di frutta.

    Secondo l'organizzazione agricola spagnola Asaja, la Commissione europea ha intercettato due spedizioni infette da CBS a marzo e cinque ad aprile, tutte provenienti dalla Tunisia.

    L’aspetto più significativo per il ciliegio, riguarda l’introduzione del carattere dell’autofertilità. Questo aspetto ha costituito una delle basi del programma di breeding della stazione di Summerland in British Columbia (Canada).

    © Fruit Communication Srl.
    Tutti i diritti riservati.

    Iscrizione al Registro della Stampa presso il Tribunale di Bari n° 723/12 del 22/03/12
    Fruit Communication Srl | Sede legale Via Noicàttaro nc - Rutigliano (BA) | Partita IVA 07969090724
    Alcuni contenuti pubblicati possono essere rielaborati da feed rss forniti pubblicamente da altri siti. Alcune foto potrebbero essere prese dal web e ritenute di dominio pubblico. I proprietari contrari alla pubblicazione possono contattare la redazione scrivendo a info@fruitjournal.com e chiederne la rimozione.

    Cerca