fbpx

    Argomenti

    Giovedì, 04 Marzo 2021 16:17

    Biostimolanti Conference: slide e video di un’edizione da record

    Oltre 1500 iscritti, 27 aziende partner, centinaia di download, streaming e condivisioni: questi i dati record della seconda edizione della Biostimolanti Conference 2021.

    L’evento, organizzato dalla società editrice Fruit Communication e dall’Arptra, quest’anno si è svolto in modalità digital. L’entusiasmo e la soddisfazione, però, non sono mancati.

    GUARDA IL VIDEO CLICCANDO QUI 

    Niente strette di mano, applausi dal vivo e scambi di sguardi, ma tanta voglia di conoscere e approfondire il mondo dei biostimolanti.
    Un mondo in crescita e sempre più al centro dell’interesse di agricoltori, tecnici e addetti al settore.

     

    Dopo quattro sessioni, la Biostimolanti Conference si è quindi conclusa nella serata di oggi con l’ultimo, appassionante appuntamento. Un appuntamento che ha posto l’accento su alcuni meccanismi d’azione dei biostimolanti utilizzati su colture ortive. A moderare la sessione, la giornalista di Fruit Communication Teresa Manuzzi.

     

    Con i ringraziamenti a tutto il team che ha lavorato alla realizzazione dell’evento, la quarta sessione ha così preso il via. Ad aprire le danze, l’intervento a cura di Giuseppe Colla professore presso il dipartimento di Scienze agrarie e forestali dell’Università degli studi della Tuscia. Il professore ha illustrato il progetto Prin, con la presentazione intitolata “Uso di idrolizzati proteici come biostimolanti in orticoltura: comprensione dei meccanismi di azione e ottimizzazione dell’efficacia attraverso un approccio multidisciplinare Phobos”.


    Dopo gli interventi di Andreas Storti di Abomin Sp e di Giovanni Papa di Alzchem Trostberg Gmbh, la parola è passata a Mirella Sorrentino del dipartimento di Agraria dell’Università di Napoli Federico II. L’esperta ha offerto un contributo relativo allo “Screening dell’attività biostimolante in lattuga e pomodoro attraverso una piattaforma di fenotipizzazione ad alta processività”, curato insieme al professore Youssef Rouphael.

    A seguire, una nuova parentesi aziendale ha visto protagoniste le presentazioni a cura di Marco Moretti di Scam e Angelo D’accolti di Compo Expert.

     

    È stata quindi la volta della presentazione curata da Valentina Ceccarelli del dipartimento di Scienze agrarie e forestali dell’Università degli studi della Tuscia,   relativa a “Saggi biologici per valutare l’attività ormonosimile delle sostanze biostimolanti” e realizzata in collaborazione con Mariateresa Cardarelli del Crea.

    Ultimo break aziendale, quello offerto da Marco Betti di Euro Tsa e Pietro Rodi di Adama.

     

    La Biostimolanti Conference si è quindi conclusa con un interessante contributo a opera di Luigi Lucini del Distas dell’Università cattolica del Sacro Cuore di Piacenza, realizzato insieme a Youry Pii della facoltà di Scienze e tecnologie della libera Università di Bolzano, dedicato a “Comprensione dei meccanismi di azione delle sostanze biostimolanti attraverso l’integrazione della metabolomica e della trascrittomica”.

     

    Dopo quattro sessioni di approfondimento, studioricerca la Biostimolanti Conference ha quindi salutato i suoi ospiti e i suoi partecipanti con l’augurio di poter tornare prossimamente dal vivo, ma con lo sguardo sempre proiettato al futuro di un settore ancora tutto da scoprire.

     

    Ilaria De Marinis
    © fruitjournal.com

     

    © Fruit Communication Srl.
    Tutti i diritti riservati.

    Iscrizione al Registro della Stampa presso il Tribunale di Bari n° 723/12 del 22/03/12
    Fruit Communication Srl | Sede legale Via Noicàttaro nc - Rutigliano (BA) | Partita IVA 07969090724
    Alcuni contenuti pubblicati possono essere rielaborati da feed rss forniti pubblicamente da altri siti. Alcune foto potrebbero essere prese dal web e ritenute di dominio pubblico. I proprietari contrari alla pubblicazione possono contattare la redazione scrivendo a info@fruitjournal.com e chiederne la rimozione.

    Cerca