Giovedì, 14 Giugno 2018 16:15

    Scambi di ortofrutta da e verso l’Italia in flessione nel primo trimestre del 2018

     

    Il calo interessa sia l’export (-7,8% a quantità, -3,2% a valore) sia l’import (-4,2% a quantità, -8,7% a valore). Il saldo commerciale cresce e si attesta a 371 milioni di euro (+13,1% rispetto allo stesso periodo del 2017).

    Complessivamente nei primi tre mesi del 2018 l’Italia ha esportato 943 mila tonnellate di prodotti (-7,8%) per un valore di 1 miliardo e 248 milioni di euro (-3,2%).

    In volume segno positivo per gli ortaggi (4,7%) e gli agrumi (13,1%) mentre sono in calo la frutta fresca (-22,1%) e la frutta secca (-9,7%). In valore andamento positivo per la frutta fresca (0,2%) e gli agrumi (14,2%) mentre sono in calo gli ortaggi (-9,1%) e la frutta secca (-11,6%).

    Per quanto riguarda le importazioni l’Italia ha acquistato dall’estero circa 907 mila tonnellate di ortofrutticoli (-4,2%) per un valore di 877 milioni di euro (-8,7%).

    Tra i singoli comparti diminuisce in volume la quota degli ortaggi (-4,4%), degli agrumi (-24%), della frutta fresca (-4%) e della frutta secca (-3,3%); segno positivo per la frutta tropicale (5,5%). In valore segno negativo per gli agrumi (-10,1%), gli ortaggi (-27,2%) e la frutta fresca (-0,9%). In aumento la frutta secca (1%) e la frutta tropicale (5%).

    “Il forte calo dell’export di frutta fresca – commenta Marco Salvi, presidente nazionale Fruitimprese – si spiega con la minor produzione soprattutto di mele sia in Europa che in Italia. La lieve crescita del fatturato (+0,2%) segnala che i prezzi spuntati sui mercati esteri sono cresciuti mediamente più del 25%. L’effetto combinato dell’export che cala (ma non troppo) e dell’import che diminuisce quasi del 9% porta a un saldo commerciale positivo di 371 milioni di euro, il 13% in più rispetto al primo trimestre 2017”.

    Per quanto riguarda il boom degli agrumi (+13% in quantità, +14% in valore) “la lettura dei dati – commenta Salvo Laudani, presidente Fruitimprese Sicilia e vicepresidente Freshfel – si spiega con le alternanze produttive. L’anno scorso la campagna era stata avara di prodotto, quest’anno invece la stagione è stata normale, con produzioni adeguate e soprattutto un’eccellente qualità organolettica. Così si spiegano i volumi dell’export e in particolare la tenuta a valore della merce. La buona disponibilità di prodotto domestico giustifica, in maniera speculare, il forte calo dell’import nel primo trimestre 2018 (-24% a quantità, -10% a valore)”.

     

    Sfoglia le riviste

    News Ortofrutta

    • Coldiretti e la criminalità in tavola: c'è pure l'ortofrutta  Italiafruit NewsDalla mozzarella sbiancata con la soda al pesce vecchio rinfrescato con un “lifting” al cafados, dalla carne dei macelli clandestini di animali rubati al pane cotto ...

      Leggi l'articolo
    • Francia: Carrefour offre ortofrutta biologica di stagione  Freshplaza.itCarrefour è sempre impegnato nel fornire ai propri clienti le migliori frutta e verdura. Ma, ancora meglio, se i prodotti sono biologici e stagionali. Da settembre ...

      Leggi l'articolo
    • Tir carico di ortofrutta avvolto dalle fiamme, paura sulla provinciale  LeccePrimaMONTERONI DI LECCE – Il fuoco ha divorato tutto. Cabina, cassone, cassette di legno colme di ortaggi e frutta. L'incendio è stato di tali dimensioni, da tenere ...

      Leggi l'articolo

    News Agricoltura

    • Ravenna, agricoltura: il 94% è a termine, extracomunitari solo 1 su 4  Corriere RomagnaE' la provincia con la maggiore incidenza di lavoratori del comparto in Emilia Romagna: sono il 18,9% di quelli regionali.

      Leggi l'articolo
    • L'agricoltura molisana langue nel silenzio delle organizzazioni agricole  La Nuova Gazzetta MolisanaL'agricoltura molisana langue. Nel silenzio delle organizzazioni agricole del settore. Né Coldiretti né Cia hanno mostrato reazione al dramma che sta vivendo ...

      Leggi l'articolo
    • Agricoltura, l'indagine della Cisl: "Oltre il 92% dei lavoratori è precario"  RiminiTodaySecondo uno studio della FAI Cisl i lavoratori agricoli in provincia sono quasi tutti precari. La presentazione della domanda di disoccupazione e la ...

      Leggi l'articolo

    © Fruit Communication Srl.
    Tutti i diritti riservati.

    Iscrizione al Registro della Stampa presso il Tribunale di Bari n° 723/12 del 22/03/12

    Fruit Communication Srl | Sede legale Via Noicàttaro nc - Rutigliano (BA) | Partita IVA 07969090724

    Alcuni contenuti pubblicati possono essere rielaborati da feed rss forniti pubblicamente da altri siti. Alcune foto potrebbero essere prese dal web e ritenute di dominio pubblico. I proprietari contrari alla pubblicazione possono contattare la redazione scrivendo a info@fruitjournal.com e chiederne la rimozione.

    Cerca