Martedì, 10 Luglio 2018 07:42

    La sharka o vaiolatura delle drupacee

    La Sharka, chiamata anche "vaiolatura delle drupacee“, è la virosi più pericolosa delle drupacee.

    Vengono colpite in prima linea albicocche, prugne, susine e pesche e anche alberi ornamentali e piante selvagge botanicamente imparentati. Questa virosi si è diffusa quasi in tutta l’Europa.

    Diffusione
    La diffusione della malattia può avvenire mediante il materiale di propagazione. Di un elevata importanza però è la diffusione tramite gli afidi fogliari; con gli utensili da taglio invece non è possibile un trasferimento del virus.

    Sintomi
    Dal contagio alla prima comparsa di sintomi possono passare anche anni. I sintomi spesso interessano pochi rami o addirittura poche foglie o frutti e variano in relazione alla suscettibilità varietale o alle condizioni ambientali.

    Foglie: le foglie di albicocco manifestano aree clorotiche sotto forma di lineature sinuose e/o anelli per lo più adiacenti alle nervature secondarie o terziarie. Tali sintomi sono evidenti soprattutto in occasione della ripresa vegetativa quando la temperatura è più fresca e si attenuano fino a scomparire nel corso della stagione calda.

    Le foglie di susino della vegetazione primaverile presentano linee, piccole areole o tacche anuliformi di colore verde chiaro, per lo più adiacenti o localizzate su una nervatura secondaria. Talvolta, in estate, i margini delle aree clorotiche assumono una colorazione rossastra.

    Frutti: Sui frutti i sintomi iniziano a comparire in prossimità della maturazione. La maturazione è irregolare. Si può avere la caduta precoce dei frutti. I frutti colpiti si presentano deformati, con depressioni irregolari o rotondeggianti di colore giallastro in corrispondenza delle quali i tessuti sottostanti divengono spugnosi ed imbruniscono.

    Soprattutto sul nocciolo di albicocche colpite è possibile osservare le tipiche tacche rotondeggianti a contorno ben definito di colore chiaro.

    Difesa
    Una cura di alberi colpiti non è possibile. Per evitare la diffusione è necessario individuare ed estirpare immediatamente tutti i focolai d’infezione. Per evitare l’emissione di polloni è necessario di estirpare l’intera pianta. Un taglio di parte di piante sintomatiche non ha effetto. Il metodo più sicuro per l’estirpazione è l’ uso di un erbicida sistemico che viene messo sul restante tronco. In Italia la Sharka è una delle fitopatologie soggette a denuncia e a lotta è obbligatoria.

    Leggi le disposizioni legislative cliccando qui

     

    Fonte: provincia.bz.it

    Sfoglia le riviste

    News Ortofrutta

    • Sfuso VS confezionato: in che direzione va l'ortofrutta nella GDO?  FoodwebCala ortofrutta sfusa (-5,5% nel 2018). Nielsen: nessun effetto del costo dei 'biosacchetti'  Eco dalle CittàOrtofrutta in Gdo, Nielsen: alto-acquirenti trainano mercato sfuso -2-  Yahoo FinanzaVisualizza copertura completa su Google News

      Leggi l'articolo
    • Ortofrutta, la spesa annua per famiglia è di 315 euro - Terra & Gusto  Agenzia ANSAono soprattutto famiglie medio grandi che vivono al Nord e nel Centro Italia i consumatori che acquistano quantità sopra la media di prodotti ortofrutticoli freschi ...

      Leggi l'articolo
    • I sacchetti bio non hanno influito negativamente sugli acquisti di ortofrutta  Freshplaza.itUn anno fa era l'argomento all'ordine del giorno, poi tutto si è sgonfiato. L'introduzione dei sacchetti biodegradabili non ha per nulla influito sugli acquisti degli ...

      Leggi l'articolo

    News Agricoltura

    • Supremazia agricoltura Bio: mondo universitario contro il decreto  Libertà19 gennaio 2019. E' in discussione al Senato il nuovo decreto legge che riguarda il sostegno all'agricoltura biologica ma il mondo scientifico e universitario sta ...

      Leggi l'articolo
    • Agricoltura e tutela ambientale un convegno alla San Giorgio  Il TirrenoLa terra grida: è ora di cambiare” domani a partire dalle 8,30 alla biblioteca di via Pertini Si parlerà di cambiamenti del clima ma anche di coltivazioni biologiche.

      Leggi l'articolo
    • Agricoltura, scatta la corsa all’Oscar per i giovani piacentini  Piacenza24Sono quasi 240 le imprese giovanili in agricoltura nel Piacentino (dall'ultimo report di settembre 2018 della Camera di Commercio).

      Leggi l'articolo

    © Fruit Communication Srl.
    Tutti i diritti riservati.

    Iscrizione al Registro della Stampa presso il Tribunale di Bari n° 723/12 del 22/03/12

    Fruit Communication Srl | Sede legale Via Noicàttaro nc - Rutigliano (BA) | Partita IVA 07969090724

    Alcuni contenuti pubblicati possono essere rielaborati da feed rss forniti pubblicamente da altri siti. Alcune foto potrebbero essere prese dal web e ritenute di dominio pubblico. I proprietari contrari alla pubblicazione possono contattare la redazione scrivendo a info@fruitjournal.com e chiederne la rimozione.

    Cerca